Vittorie e Battaglie
Chi sono
Politiche Educative
Commercio e Trasparenza
Sport e Salute
Sicurezza
Regolamenti
Cultura
Integrazione
Virginia Raggi_M5S_su educazione
Documenti  Utili
Commissione Trasparenza
Indirizzi programmatici e linee guida per la predisposizione del nuovo Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A. Premesso che il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 141 del 2 agosto 2000, ha approvato la trasformazione dell’Azienda Speciale AMA in Società per azioni AMA S.p.A., ai sensi della legge 15 maggio 1997, n. 127, detenendone il Comune di Roma, allora così come oggi, l’intero capitale sociale, approvandone contestualmente lo Statuto e confermando la gestione dei servizi pubblici locali già affidati all’Azienda Speciale AMA nonché la gestione dell’intero ciclo integrato dei rifiuti per quindici anni a far data dalla trasformazione della Società in S.p.A.; Che la Giunta Comunale, sulla base degli indirizzi approvati dall’allora Consiglio Comunale con provvedimento n. 159 del 14 ottobre 1999, ha conseguentemente approvato – con deliberazione n. 33 del 28 gennaio 2004 – il Contratto di Servizio tra l’allora Comune di Roma, oggi Roma Capitale, e la Società AMA S.p.A., contratto riguardante la regolazione dei rapporti fra le parti con riferimento alla gestione dei rifiuti urbani e i servizi di decoro ed igiene urbana; Che, con successivi e distinti provvedimenti della medesima Giunta Comunale, sono stati poi prorogati nel tempo gli effetti del citato Contratto di Servizio, da ultimo, fino alla data del 31 dicembre 2014, giusta deliberazione della Giunta Capitolina n. 438 del 18 dicembre 2013; Che, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 24, del 3 marzo 2003, è stato stabilito di adottare, in armonia con quanto stabilito ai sensi dell’art. 49, comma 2, del D.Lgs. 5 febbraio 1997, n. 22, il sistema tariffario per la copertura dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani con decorrenza dal 1° gennaio 2003 e con la conseguente soppressione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti urbani (Tarsu), di cui al D.Lgs. n. 507/1993 e s.m.i.; Che, pertanto, a far data dal 2003, i costi per i servizi relativi alla gestione dei rifiuti urbani e ai servizi di igiene urbana sono stati determinati nell’ambito del Piano Finanziario elaborato da AMA S.p.A. e dal Comune di Roma, oggi Roma Capitale e coperti integralmente dalla tariffa rifiuti, riscossa direttamente da AMA S.p.A.; Che, successivamente, in ottemperanza alle intervenute disposizioni normative l’Assemblea Capitolina, con deliberazione n. 33 del 18 luglio 2014, ha approvato il nuovo Regolamento per la disciplina della tassa sui rifiuti Ta.Ri.; Che l’articolo 1, comma 639, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, ha istituito, a decorrere dal 1° gennaio 2014, l’Imposta Unica Comunale (IUC) che, a sua volta, si articola, nel tributo per i servizi indivisibili (Tasi), oggetto di apposito regolamento, e nella tassa sui rifiuti (Ta.Ri.) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico dell’utilizzatore; 2 Che, pertanto, a decorrere dal 1° gennaio 2014, anche nell’ambito territoriale di competenza di Roma Capitale, è stata istituita la tassa sui rifiuti (Ta.Ri.), a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa pubblica ai sensi del vigente Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (c.d. “Testo Unico Ambiente”); Che il citato D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii. recante “Norme in materia ambientale”, fissa, a sua volta, gli obiettivi di raccolta differenziata; Che, al fine del rispetto del sopradescritto dettato normativo e, in particolare, degli obiettivi fissati dalla normativa vigente in materia di raccolta differenziata, in data 28 ottobre 2011 è stato sottoscritto un Protocollo d’Intesa tra Roma Capitale, AMA S.p.A. e CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi), finalizzato alla redazione di un progetto di fattibilità per la raccolta e valorizzazione dei rifiuti di imballaggio relativo al territorio di Roma Capitale; Che, inoltre, al fine di implementare e dettagliare ulteriormente i passaggi in cui si articola l’intero ciclo dei rifiuti della città di Roma, l’Amministrazione Capitolina, in data 4 agosto 2012, ha siglato un Protocollo di Intesa, cd. “Patto per Roma”, con il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, il Commissario Delegato per il superamento dell’emergenza ambientale nel territorio della Provincia di Roma, la Regione Lazio e la Provincia di Roma, per promuovere un sistema di raccolta differenziata in grado di raggiungere il valore del 30% dei rifiuti urbani entro la fine del 2012, del 40% entro il 2013, del 50% entro il 2014, del 60% entro il 2015 ed, infine, del 65% entro il 2016; Che il competente Assessorato all’Ambiente, Agroalimentare e Rifiuti, insediatosi con l’avvio della consigliatura 2013-2018, ha evidenziato, sotto un profilo politico generale, l’opportunità di procedere alla predisposizione di un nuovo Contratto di Servizio tra Roma Capitale ed AMA S.p.A., al fine di disporre di un testo convenzionale aggiornato ed aderente alle esigenze dell’Amministrazione Capitolina in materia di gestione del ciclo dei rifiuti urbani, con ciò corrispondendo alle esigenze dell’utenza e della cittadinanza in generale; Che l’esigenza di procedere alla stesura di un nuovo schema di Contratto di Servizio si impone, oltreché per l’avvenuto decorso ormai di un periodo di pressoché dieci anni dall’elaborazione e perfezionamento del precedente testo, anche al fine di adeguare il citato strumento convenzionale al mutato e rinnovato scenario che caratterizza l’attività di gestione del ciclo dei rifiuti urbani nella città di Roma a seguito anche della definitiva chiusura della discarica di Malagrotta, utilizzata quale sito di conferimento, dapprima, dei rifiuti urbani indifferenziati e, a far data dal giorno 11 aprile 2013 e fino al 30 settembre 2013, data di definitiva chiusura, quale sito di conferimento esclusivamente degli scarti e della Frazione Organica Stabilizzata (FOS) prodotti dagli impianti di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) dedicati al trattamento dei medesimi rifiuti urbani indifferenziati raccolti nella città di Roma; Che, nel quadro degli adempimenti istruttori finalizzati all’elaborazione delle nuove linee guida del citato Contratto di Servizio, occorre conformarsi a quanto previsto nella deliberazione n. 20 del 15 febbraio 2007, con la quale l’allora Consiglio Comunale, oggi Assemblea Capitolina, ha approvato il documento recante le “Linee guida per la predisposizione dei Contratti di Servizio tra il Comune di Roma e i soggetti erogatori di servizi pubblici”, intervenendo in maniera organica sulla disciplina dei Contratti di Servizio e apportando numerose novità rispetto al precedente ordinamento, soprattutto in tema di tutela dell’utenza; Che nella citata deliberazione n. 20/2007 è previsto che, nell’ambito del procedimento preordinato alla stipula dei singoli Contratti di Servizio tra il Comune di Roma e i soggetti erogatori di servizi pubblici, sia predisposto un documento 3 propedeutico che indichi le informazioni essenziali circa lo stipulando Contratto di Servizio sulla base di quanto puntualmente previsto nella medesima deliberazione, documento da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Capitolina, e che trova odierna corrispondenza nell’elaborato allegato alla presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante ed essenziale, sotto la lett. A) e che è denominato “Indirizzi programmatici e le linee guida per la predisposizione del Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A.”; Che, in tale documento, si è tenuto conto, tra l’altro, delle disposizioni previste dalla legge 24 dicembre 2007, n. 244, (Finanziaria 2008), in materia di tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi pubblici locali, di cui all’art. 2, comma 461, da applicare da parte degli enti locali in sede di stipula dei Contratti di Servizio; Che, in considerazione del già riferito carattere risalente del Contratto di Servizio in essere tra Roma Capitale ed AMA S.p.A. e per il perseguimento di tutte le finalità sopradescritte, si è proceduto – in esecuzione di specifica direttiva politica diramata dal competente Assessore con delega all’Ambiente, Agroalimentare e Rifiuti con prot. n. QLO/73660/2013 – dapprima, con determinazione dirigenziale n. 2019 del 27 novembre 2013, alla costituzione di un gruppo di lavoro deputato alla formulazione di un documento recante gli “Indirizzi programmatici e le linee guida per la predisposizione del Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A.” e, nelle more dello svolgimento di detti articolati incombenti, alla proroga, da ultimo fino alla data del 31 dicembre 2014, del Contratto di Servizio in parola, giusta deliberazione della Giunta Capitolina n. 438 del 18 dicembre 2013; Che, a seguito dei lavori istruttori e di analisi, il citato gruppo di lavoro, ha elaborato il documento recante gli “Indirizzi programmatici e le linee guida per la predisposizione del Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A.”, che, come detto, fa parte integrante e sostanziale del presente provvedimento di cui costituisce allegato sotto la lett. A), giusta nota n. QL23324 del 4 aprile 2014; Che con nota n. QL/35711 del 28 maggio 2014 è stata predisposta la proposta dello schema di deliberazione di che trattasi corredato degli allegati: A) – “Indirizzi programmatici e linee guida per la predisposizione del nuovo Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A.”; B) “Relazione ex art. 34, co. 20 D.L. n. 179/2012, in merito all’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani e di igiene urbana ad AMA S.p.A.”; Che con deliberazione n. 194 del 3 luglio 2014 la Giunta Capitolina ha proceduto all’approvazione del piano triennale per la riduzione del disavanzo e per il riequilibrio strutturale di bilancio di Roma Capitale ex art. 16 del Decreto Legge 6 marzo 2014, n. 16, convertito, con modificazioni dalla legge 2 maggio 2014, n. 68; Che, pertanto, si è reso necessario procedere ad un’armonizzazione/adeguamento del citato documento di Indirizzi e contestuale affidamento del servizio, elaborato nel mese di maggio, con le nuove disposizioni del piano di rientro di cui alla D.G.C. n. 194/2014; Che lo schema di deliberazione è stato inoltrato con prot. n. QL/63036 del 25 settembre 2014, per il prosieguo dell’iter amministrativo; Che il Segretariato – Direzione Generale, con nota prot. n. RC/22185 del 27 ottobre 2014, ha comunicato che la Giunta Capitolina, nella seduta del 24 ottobre 2014, in sede di esame della citata proposta di deliberazione, ha stabilito la restituzione dell’atto per consentire ulteriori approfondimenti; 4 Che con nota prot. n. RE/140879 del 19 dicembre 2014 l’Assessorato al Bilancio ha trasmesso all’Assessore all’Ambiente e Rifiuti le osservazioni e integrazioni di competenza; Che a seguito di tale inoltro, sono stati condotti, unitamente all’Assessorato al Bilancio, ulteriori approfondimenti per le integrazioni all’allegato A) recante “Indirizzi programmatici e linee guida per la predisposizione del nuovo Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A.”; Che l’affidamento ad oggi in essere dei servizi di igiene urbana nonché della gestione dell’intero ciclo integrato dei rifiuti, stabilito per un periodo di quindici anni con la già citata deliberazione di Consiglio Comunale n. 141 del 2 agosto 2000, risulta quindi ormai prossimo alla scadenza, vieppiù se si considera la data di avvio del periodo di validità del nuovo stipulando Contratto di Servizio, collocabile verosimilmente al luglio 2015, e come tale proietterebbe il periodo di efficacia di detto futuro contratto in un orizzonte temporale di limitata portata infra annuale che non ne consentirebbe l’esplicitazione di tutte le potenzialità di rimodulazione del servizio così come ideate, programmate e pianificate su un scenario temporale di più ampia portata, anche alla luce della politica di investimenti che AMA è tenuta a portare avanti per l’ottimizzazione del ciclo di gestione dei rifiuti; Che la sopra richiamata deliberazione Consiglio Comunale n. 20/2007 prevede, tra l’altro, che la durata dei contratti, in ragione delle esigenze organizzative e di programmazione finanziaria, debba essere necessariamente pluriennale; Che con successivo separato provvedimento si procederà all’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana della Città di Roma, per un periodo pluriennale, nei limiti autorizzativi dei Bilanci vigenti; Che, ai sensi dell’articolo 177, comma 2, del Decreto Legislativo n. 152/2006 e ss.mm.ii. servizi pubblici locali di natura ambientale e, in particolare, i servizi attinenti la gestione dei rifiuti costituiscono attività di pubblico interesse; Preso atto che, in data 30 dicembre 2014 il Dirigente della U.O. Rifiuti e Risanamenti del Dipartimento Tutela Ambientale – Protezione Civile ha espresso il parere che di seguito integralmente si riporta: “Ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 del D.Lgs. n. 267 del 18 agosto 2000, si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della proposta di deliberazione indicata in oggetto. Il Dirigente F.to: L. Massimiani”; Che sulla proposta in esame è stata svolta, da parte del Segretario Generale, la funzione di assistenza giuridico-amministrativa di cui all’art. 97, comma 2 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (T.U.E.L.); L’ASSEMBLEA CAPITOLINA per quanto esposto in narrativa DELIBERA di approvare il documento relativo agli “Indirizzi programmatici e linee guida per la predisposizione del Contratto di Servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e AMA S.p.A.”, allegato alla presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante ed essenziale, sotto la lett. A). di stabilire che con separato provvedimento si procederà all’affidamento del servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana, di durata pluriennale.


Site Map